Judith Kolenburg condivide uno sguardo dietro le quinte sul processo di valutazione dei Premi “Salute to Excellence” 2021, che quest'anno includeva circa 600 prodotti.
Guarda il video qui.

 

 

Quali sono gli ultimi sviluppi del marchio del distributore e dei beni di largo consumo (FMCG) in Europa? Nielsen IQ analizza paesi e categorie e fornisce una prospettiva per gli anni a venire.
Guarda il video qui.

 

 

PLMA E-Scanner – settembre 2021

settembre, 2021
Nuova classifica dei 50 migliori rivenditori europei

Analyst Edge by Ascential ha pubblicato la previsione annuale della classifica europea per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari. Tre catene tedesche sono in cima alla lista. Schwarz Group è prima in termini di fatturato, con una stima di 144,57 miliardi di euro e una crescita del 5,3%. Più di tre quarti del fatturato sono attribuibili alla sussidiaria Lidl. Seconda è Rewe, che quest'anno dovrebbe crescere del 4,5%, fino a 81,33 miliardi di euro. Al terzo posto troviamo Aldi, che dovrebbe crescere del 6,6% e raggiungere un fatturato di 75,48 miliardi di euro. Il leader del mercato britannico Tesco è al quarto posto, in chiusura a 73,54 miliardi di euro, un calo del 5%. Segue Edeka, leader del mercato tedesco, con un fatturato di 69,87 miliardi di euro.

Il resto della top 10 è occupato dai rivenditori francesi Carrefour, E. Leclerc, Auchan e ITM (Intermarché), seguiti dall'olandese Ahold Delhaize, con un fatturato stimato di 35,5 miliardi di euro. Ahold ha registrato la crescita più alta tra le prime dieci aziende, in aumento dell’8,3%.

Per quanto riguarda gli altri paesi, il primo rivenditore russo è il X5 Retail Group al 12° posto, la catena spagnola Mercadona è 13°, la polacca Eurocash 15°, l'italiana Conad 17°, la svizzera Coop è 18°, la portoghese Jerónimo Martins 22°, la svedese ICA Group 23°, la finlandese Kesko 37°, la danese Salling Group 39°, la norvegese Reitan Group 40°, la belga Colruyt 44° mentre l'irlandese Musgrave chiude la lista al 50° posto.

Edeka annuncia una nuova alleanza d'acquisto

Edeka ha creato una nuova alleanza d'acquisto: Epic Partners. L'alleanza, con sede a Ginevra, comprende anche il partner olandese Edeka Picnic, ICA, Magnit, Migros, Jerónimo Martins e la sua filiale Biedronka. Gianluigi Ferrari, precedentemente CEO dell'alleanza AgeCore, dirigerà la nuova entità.

L'organizzazione negozierà con i produttori oltre i confini nazionali. Con un fatturato combinato di circa 140 miliardi di euro, Epic Partners si concentra sui grandi produttori di marchi internazionali. L'alleanza non negozierà con le PMI o con gli agricoltori.

Christian Verschueren, direttore generale di EuroCommerce, la principale organizzazione europea a rappresentanza del settore del commercio al dettaglio e all'ingrosso a Bruxelles, ha definito la nuova entità un modo importante per i rivenditori di mantenere ragionevoli i prezzi al consumo. La nuova alleanza ha fatto scalpore tra i produttori. I primi colloqui dovrebbero aver luogo nelle prossime settimane.

Una nuova iniziativa vuole introdurre distributori per il riciclaggio nei supermercati

Un'iniziativa dei cittadini europei punta a introdurre distributori “al contrario” per le bottiglie di plastica nei supermercati. Gli attivisti hanno chiesto alla Commissione europea di attuare uno schema di deposito in tutta l'UE per riciclare le bottiglie di plastica.

L'iniziativa #ReturnthePlastics è una risposta all'inquinamento da plastica e ai suoi effetti negativi sull'ambiente, gli animali e gli esseri umani. La plastica che non viene riciclata o raccolta finisce nelle discariche o nei corsi d'acqua prima di entrare nell'oceano.

Il 3 luglio 2021 è entrata in vigore la direttiva dell'UE sulla plastica monouso, che vieta i 10 articoli di plastica monouso più comuni, come piatti, posate e cannucce, negli Stati membri. La direttiva non include tuttavia le bottiglie di plastica.

L'iniziativa propone il pagamento di un deposito di 0,15 € con l'acquisto di una bottiglia di plastica da parte del consumatore. Un "logo speciale" #ReturnthePlastics dovrebbe indicare quali prodotti partecipano all’iniziativa. Quando si scannerizza il codice a barre della bottiglia di plastica, il deposito di 0,15 € verrebbe automaticamente aggiunto al conto del consumatore, con la menzione “deposito per l'acquisto di una bottiglia di plastica”.

Alcuni paesi dell'UE, come Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca e Germania, hanno un sistema simile da molti anni. Grazie al sistema di deposito, questi paesi hanno raggiunto tassi di recupero del 90%. Altri paesi hanno indicato di voler introdurre questo sistema nei prossimi anni, mentre in altri il dibattito non è ancora cominciato.

Gli organizzatori dell'iniziativa devono ottenere il sostegno di almeno 1 milione di cittadini europei, con numeri minimi in almeno sette Stati membri, entro un periodo di un anno prima che la Commissione consideri la legislazione.

Lidl lancia la linea “With love, local”

In Serbia, il discount Lidl ha lanciato il marchio proprio locale "S ljubavlju, domaće" (Con amore, locale). Composta inizialmente da circa 80 SKU, la nuova linea include prodotti tradizionali fatti in casa, come latte fresco, yogurt naturali e alla frutta, ciccioli di maiale artigianali, crosta per torta Srem, formaggio Fruška Gora, lamponi e carne secca, tutti provenienti da produttori locali.

Il rivenditore vuole aumentare l'approvvigionamento locale anche in altri paesi. In Francia, i prodotti di provenienza nazionale sono etichettati "Origine France" e l'azienda ha affermato che il 72% della gamma proviene da fornitori francesi. In Spagna, Lidl enfatizza i legami con i produttori regionali: per esempio, nei Paesi Baschi con lo slogan "Euskalduna da, ona da" (È basco, è buono) e alle Baleari con "És Balear, ES Bo" (È Baleare, è buono). In Svezia, il rivenditore ha istituito un programma speciale "Fast Track" per i fornitori più piccoli, che accelera il processo di quotazione. 280 articoli sono attualmente certificati con il marchio di origine "Från Sverige" (Dalla Svezia).

L'attenzione al locale fa parte dell'impegno di Lidl volto ad accorciare la catena di approvvigionamento per lavorare in modo più sostenibile. Inoltre, aiuta l'azienda a stabilire buone relazioni con clienti e fornitori nei paesi in cui opera. Lidl ha 11.200 negozi in 29 paesi.

La fusione tra Plus e Coop produce una quota di mercato del 10%

Le catene di supermercati Plus e Coop hanno annunciato la fusione sotto il nome Plus. Il consolidamento creerà una società con un fatturato di cinque miliardi di euro e 550 negozi. Questo la renderà la terza più grande catena di supermercati nei Paesi Bassi, dopo il leader di mercato Albert Heijn e Jumbo. Albert Heijn ha una quota di mercato del 35%, Jumbo del 21,5% e il nuovo Plus avrà una quota di mercato del 10%.

Gli esperti considerano la fusione un passo logico, vista la necessità di grandi investimenti in IT, robotica e tecnologia. Gli importi necessari sono semplicemente troppo alti per le realtà più piccole, che probabilmente scompariranno dalla vendita al dettaglio in futuro. La fusione genererà risparmi per circa 50 milioni di euro all'anno. La fusione è soggetta alle condizioni abituali, come l'approvazione dell’autorità garante della concorrenza, e dovrebbe chiudersi all'inizio del 2022.

Nei negozi 

L'hard-discounter russo Mere aprirà tre negozi nella Francia orientale a ottobre, iniziando nella regione del Grand Est.

Iceland ha introdotto 250 nuove linee, il suo "più grande lancio di nuovi prodotti surgelati di sempre" include varie esclusive di marca e linee a marchio proprio.

Rossmann ha introdotto la possibilità di scansionare gli acquisti dallo smartphone, con il motto "Scan & Go - acquista più velocemente con l'app Rossmann".

Waitrose ha annunciato il suo più grande lancio di nuovi prodotti vegani e vegetariani. Il rivenditore sta rilasciando due nuove gamme a marchio proprio, Plantlife e GoVeggie, sotto la bandiera del marchio Holistic Living lanciato di recente.

Plus mostrerà i Nutri-Score di 3.000 prodotti PLUS Private Label sulle etichette elettroniche in negozio e online.

Eroski sta eliminando il grasso di palma da tutti i suoi prodotti a marchio proprio. In quattro anni sono stati riformulati circa 300 articoli di 43 produttori e sono ora disponibili nei negozi.

Żabka sta sviluppando il suo nuovo concetto innovativo mobile, "Mobilna Zabka", un formato pop-up per fiere, concerti, eventi sportivi e culturali.

Monoprix sta creando un sistema di abbonamento mensile chiamato Monopflix che fornisce ai consumatori una riduzione del 10% su tutti gli acquisti di cibo, manutenzione e igiene.

Billa ha creato una nuova etichetta, "Is' heimisch", per pubblicizzare prodotti locali, regionali e austriaci. L'etichetta contrassegnerà i 25.000 articoli domestici di oltre 2500 fornitori regionali e locali nei negozi Billa e Billa Plus.

Carrefour Polska ha aperto 52 negozi convenience quest'anno nei formati Carrefour Express e Globi.

M&S ha l'ambizione di far crescere la sua gamma di cibi surgelati con uno spazio aggiuntivo in negozio. Il rivenditore lavora con nuovi fornitori per rispondere all'aumento della domanda di surgelati da parte dei consumatori.

Penny sta testando la consegna a domicilio di generi alimentari ordinati online. È il primo discount in Germania ad entrare in questo spazio, grazie alla collaborazione con il servizio di consegna Bringoo.

Lidl Italia ha annunciato l'eliminazione della plastica nera dalle confezioni a marchio proprio entro la fine del 2021. Inoltre, ha fissato l'obiettivo di raggiungere una media del 20% di materiale riciclato negli imballaggi di plastica dei suoi marchi del distributore entro la fine del 2025.

A partire dalla settimana prossima, Albert Heijn confezionerà la sua carne macinata in sacchetto invece che in vassoio.
Ciò dovrebbe eliminare 500.000 chili di plastica all'anno, un risparmio del 70%.

Amazon ha aggiunto prodotti alimentari a marchio proprio al suo sito web nel Regno Unito, dove vuole conquistare una fetta del mercato degli alimentari.

Colruyt punta a 170-180 negozi in Francia entro dieci anni, il che raddoppierebbe la sua base di negozi nel paese. Per sostenere la crescita, ha recentemente aperto un secondo magazzino; un terzo è previsto per il 2023.

Carrefour sta per lanciare prodotti di pulizia fai da te. Commercializzerà ingredienti come cristalli di soda, bicarbonato di sodio, sapone nero liquido e scaglie di sapone di Marsiglia sotto il marchio Essential, e offrirà ricette per creare detergenti per la casa.

Coop Italia ha in programma una riprogettazione dei suoi marchi entro un anno. L'azienda vede il suo marchio del distributore come uno dei suoi punti di forza principali.

Ricerche di mercato 
Svezia: lo shopping alimentare online è il futuro

Gli acquisti alimentari online sono cresciuti durante la pandemia, e un nuovo sondaggio in Svezia mostra che quasi sette clienti su dieci che effettuano acquisti alimentari online continueranno a farlo anche dopo l’allentamento delle restrizioni. Più di uno svedese su tre (39%) ha comprato cibo online dall’inizio della pandemia, secondo un sondaggio condotto da Demoskop per conto di Coop. Tra questi, la maggioranza (68%) crede che continuerà a farlo anche in futuro. Tuttavia, una persona su tre (33%) afferma che non continuerà a fare acquisti online nella stessa misura rispetto al periodo della pandemia.

Il sondaggio rivela che più donne (45%) che uomini (32%) hanno acquistato alimenti online dall’inizio della pandemia. Al contrario, se si guarda al futuro, la stessa proporzione di uomini e donne afferma di voler continuare a comprare alimenti online (rispettivamente il 69 e il 68%). Questo trend è capitanato dal gruppo di età 35-44 anni.

Tutto il mondo vuole consumare meno zucchero

Secondo una ricerca di Euromonitor, i consumatori citano sempre più spesso la riduzione dello zucchero come una delle principali priorità per la salute, in particolare quando si tratta della gestione del peso. Più della metà (53%) dei consumatori intervistati a livello globale ha citato "Mangiare meno zucchero" come metodo preferito per perdere peso.

Alla domanda sulle ragioni per evitare lo zucchero nel 2020, il 58% degli intervistati ha citato una motivazione generale, affermando che era semplicemente "meglio per me evitarlo", seguito da "mi fa sentire più sano", come ha detto il 57% degli intervistati.

Sulla base di questi dati, l’azienda prevede la crescita di indicazioni quali "senza zucchero aggiunto", "senza zucchero" e "a basso contenuto di zucchero", in quanto i produttori mirano a rassicurare i consumatori e a differenziarsi.

Notizie PLMA 
Fiera internazionale "Il Mondo del Marchio del Distributore" della PLMA, ad Amsterdam il 14 e 15 dicembre

Mentre il governo olandese ha annunciato l’allentamento delle restrizioni relative al COVID-19 e la prima fiera internazionale ha già aperto le sue porte al centro d'esposizione RAI, la fiera internazionale "Il Mondo del Marchio del Distributore" della PLMA si prepara a tornare ad Amsterdam il 14 e 15 dicembre.

"Queste nuove misure aprono la strada a eventi d'affari internazionali", ha affermato la presidente della PLMA Peggy Davies. “Non vedo l'ora di sentire nuovamente il brusio delle conversazioni di persona tra espositori e visitatori. A tutti noi mancano l'energia e il dinamismo di una fiera dal vivo”.

"Si torna al lavoro" è il tema de "Il Mondo del Marchio del Distributore" di quest'anno. Il tema è eccezionalmente appropriato, poiché la necessità di sviluppare contatti e condividere idee non è mai stata così grande. Più di 1.700 produttori provenienti da 65 paesi si sono già registrati come espositori. La PLMA prevede di accogliere quasi 2.000 espositori a dicembre, inclusi 45 padiglioni nazionali e regionali provenienti da 30 paesi.

Sebbene molte restrizioni siano state allentate, la PLMA continua a lavorare per garantire una fiera sicura, con corridoi extra larghi che consentiranno agli acquirenti internazionali di percorrere in modo sicuro e conveniente la fiera per scoprire nuovi prodotti e nuovi fornitori. Per maggiori dettagli sulla fiera di quest'anno, comprese le misure di salute e sicurezza, clicchi qui.

Programma di formazione per dirigenti online della PLMA 2021

Il Programma di formazione professionale per dirigenti della PLMA, organizzato in collaborazione con la Nyenrode Business Universiteit, si svolgerà online il 26-27 ottobre 2021. Il programma è dedicato agli aspetti operativi, alle sfide e alle opportunità del settore del marchio del distributore.

I produttori e i distributori avranno la possibilità di approfondire la conoscenza del marchio del distributore tramite la partecipazione a conferenze e a sessioni interattive su diversi argomenti. Gli importanti temi trattati riguardano, tra l'altro, la strategia del marchio del distributore, le relazioni distributore-produttore, lo sviluppo di nuovi prodotti, le tendenze di consumo, il marketing e l'e-commerce.

Per richiedere maggiori informazioni, clicchi qui.

Eventi 
26-27 ottobre 2021

Programma di formazione online per dirigenti della PLMA

14-15 dicembre 2021

Fiera internazionale "Il Mondo del Marchio del Distributore" della PLMA
Amsterdam