Aggiornamento di notizie

PLMA introduce la realtà virtuale per la fiera internazionale del 2020; "Il Mondo del Marchio del Distributore" Online, 1-4 dicembre

AMSTERDAM - Settembre 2020 - Il 2020 ha dimostrato l’importanza che rivestono i distributori di tutto il mondo e le aziende che forniscono prodotti a marchio del distributore per il benessere dei consumatori. Per fornire a tali aziende, in Europa e altrove, gli strumenti di cui hanno urgentemente bisogno per intraprendere nuove attività e introdurre nuovi prodotti sul mercato, la Private Label Manufacturers Association organizza la fiera internazionale “Il Mondo del Marchio del Distributore” Online. La fiera avrà una durata di quattro giorni e si svolgerà nelle date 1-4 dicembre.

La fiera “Il Mondo del Marchio del Distributore” Online della PLMA si terrà al posto dell’evento inizialmente programmato per lo scorso maggio, poi rinviato a causa delle restrizioni governative sugli incontri pubblici e sugli spostamenti messe in atto per contrastare la pandemia da Coronavirus.

Il tema dell’evento, “Il marchio del distributore va a gonfie vele”, non è mai stato più calzante di quanto non lo sia ora, come sottolineano gli organizzatori della fiera. In Europa la quota di mercato dei marchi del distributore raggiunge o supera il 40% in otto paesi; inoltre, a seguito dei grandi cambiamenti nelle abitudini di acquisto, le catene di fornitura sono fortemente sotto pressione e la concorrenza è spietata ovunque. Ciononostante, le opportunità di promuovere nuovi prodotti e di incrementare le vendite dei prodotti a marchio proprio rimangono straordinarie, poiché i consumatori continueranno a rivolgersi prima di tutto ai distributori per ottenere valore e mantenere alta la qualità della vita in queste circostanze senza precedenti.

Nella prima settimana di dicembre, con ogni giornata incentrata su un gruppo specifico di categorie alimentari e non alimentari, “Il Mondo del Marchio del Distributore” Online della PLMA offrirà un’esperienza di fiera virtuale completamente nuova, supportata da una potente suite di strumenti di comunicazione proprietari tramite chat e video. Gli stand online dei produttori soci della PLMA consentiranno ad acquirenti e fornitori di prendere parte a interazioni faccia a faccia in tempo reale, dimostrazioni di prodotti e conversazioni, accessibili in modo semplice e pratico da tutti i partecipanti in ogni paese, attraverso qualsiasi piattaforma o dispositivo informatico.

Una fiera internazionale prima nel suo genere, che accoglie distributori di ogni parte del mondo. Sarà un evento innovativo sotto ogni aspetto e, senza alcun dubbio, la più vasta esperienza online mai dedicata esclusivamente al settore del marchio del distributore. Dal 1985, la fiera annuale “Il Mondo del Marchio del Distributore” della PLMA è l’evento commerciale più grande al mondo incentrato sul marchio del distributore, con oltre 2.700 aziende espositrici da più di 70 paesi e un’affluenza di oltre 15.000 professionisti del settore provenienti da 120 paesi.

Le aziende interessate a esporre alla fiera online di dicembre possono richiedere informazioni qui. I distributori e altri utenti che desiderano partecipare in qualità di visitatori possono richiedere un link per la registrazione cliccando qui.

Distributori da diciotto paesi vincono il premio internazionale “Salute to Excellence” della PLMA per l'innovazione dei propri marchi

AMSTERDAM - Settembre 2020 - Quarantatré distributori hanno vinto i premi internazionali “Salute to Excellence” 2020 della PLMA, in riconoscimento dell’innovazione e della qualità dei prodotti alimentari e non alimentari a marchio proprio. Secondo i dati della Private Label Manufacturers Association, quasi 550 prodotti introdotti nell’ultimo anno sono stati presentati per la più grande competizione al mondo dedicata esclusivamente ai marchi propri.

I prodotti alimentari e non alimentari premiati sono stati selezionati da una giuria di professionisti del settore, comprendente chef, ex distributori, docenti universitari, nutrizionisti, giornalisti e specialisti del packaging.

I distributori tedeschi hanno ottenuto più premi di tutti, ricevendo 20 “Salute to Excellence”, seguiti dai distributori italiani con 10 premi e quelli spagnoli con 9. I distributori di Francia, Svezia e Irlanda hanno vinto 6 premi ciascuno. I distributori del Sud Africa hanno partecipato per la prima volta e si sono aggiudicati 4 premi.

Il distributore più applaudito è stato il tedesco Dirk Rossmann, che da solo ha ottenuto ben 6 premi. Il distributore spagnolo El Corte Inglés ha ricevuto 5 premi, mentre lo svedese Axfood e il sudafricano Woolworths hanno ricevuto 4 premi ciascuno. Aldi è stata premiata per i prodotti venduti nei negozi irlandesi.

Per quanto riguarda gli alimenti, tra i prodotti premiati troviamo il Clonbawn Chocolate Protein Milk di Aldi Ireland, Enerbio Saatenbrot di Rossmann, Carrot Fries di Metro e il Vegan Sushi di REWE, nonché il Muesli con ceci e fiordaliso di Axfood. Nel settore non alimentare ci sono stati premi per il calendario dell’avvento a tema canino di Penny, il detersivo per piatti al tè al cetriolo e gelsomino di Woolworths, lo spazzolino da denti in bambù 100% naturale di Carrefour, i sacchetti per cane biodegradabili Fred & Rita di El Corte Ingles e la pellicola trasparente biodegradabile di Thai Central Food Retail. Si tratta di prodotti che mettono in risalto la creatività e l’innovazione dei distributori.

I vincitori dei premi per il settore alimentare e delle bevande, così come per il settore non alimentare, hanno rispecchiato molti dei nuovi prodotti e delle tendenze più forti di quest’anno. Le caratteristiche principali sono state ingredienti naturali e biologici, agricoltura nel rispetto dell’ambiente, acquacoltura responsabile e protezione della natura e tutela ambientale. I clienti gourmet mirano a esperienze gastronomiche speciali, design e packaging accattivante, abbondanza di gusti e sapori speciali nei dessert e nei biscotti vegani. Risalta l’uso di imballaggi in vetro riciclato, carta o plastica da materie prime rinnovabili e sostenibili, tutti riciclabili al 100%. Nelle categorie Salute e Bellezza è emersa anche ”l’assenza di microplastiche”.

Oltre ai settori alimentare e non alimentare, i “Salute to Excellence Awards” internazionali hanno coinvolto anche i vini a marchio del distributore.

Il tema di quest’anno è stato “Vini di fine estate”. Sono stati giudicati oltre 160 vini estivi e 16 distributori di 7 paesi sono stati premiati in 18 categorie per la migliore qualità o la maggiore convenienza.

Complessivamente, i distributori tedeschi hanno fatto molto bene anche nella competizione dei vini, ricevendo 12 premi; Lidl è stata premiata 4 volte per le categorie BQ e BV per due dei vini venduti nei Paesi Bassi. I distributori dei Paesi Bassi hanno vinto 9 premi, mentre quelli italiani hanno portato a casa 5 premi. Una menzione speciale ai partecipanti americani, che hanno ricevuto un totale di 6 premi.

I vini premiati sono stati giudicati da Masters of Wine internazionali, sommelier e altri esperti di vino. I rosati in stile provenzale, gli spumanti dolci e i vini a bassa gradazione alcolica sono risultati essere delle tendenze prevalenti quest’anno, come ad esempio lo Sparkling Moscato Rosé di Aldi che ha vinto sia per migliore qualità nella categoria “Spumanti rossi e rosati” e per miglior convenienza nella categoria “Vini a bassa gradazione alcolica”. Il concorso ha anche dimostrato che i vini biologici sono in aumento, come per il caso di Albert Heijn che ha vinto per miglior convenienza nella categoria “Vini biologici” con il suo AH Biologische Tempranillo Spanje 2019.

“Mi congratulo con i distributori vincitori”, ha dichiarato Peggy Davies, presidente della PLMA, “e con tutte le altre aziende che hanno partecipato al programma di premiazione. Questi premi dimostrano che i marchi del distributore sono i protagonisti del settore al dettaglio e offrono i prodotti eccellenti che i consumatori vogliono. Il gran numero di prodotti sostenibili e rispettosi dell’ambiente nel settore alimentare e non alimentare mostra l’impegno dei distributori verso un pianeta più pulito”

I premi "International Salute to Excellence Awards" della PLMA sono stati istituiti nel 2014. Per scoprire tutti i vincitori dei “Salute to Excellence Awards” è possibile visitare il sito www.plmasalute.com.

Per ulteriori informazioni sui premi International Salute to Excellence Awards 2020 di PLMA o per organizzare un’intervista con Peggy Davies, Presidente di PLMA, contattare Leonique White, Trade Relations, PLMA International Council, al numero telefonico: +31 20 5753032 o via e-mail all’indirizzo press@plma.nl.

Sono i migliori vini estivi dei distributori a vincere i “Salute to Excellence Wine Awards” internazionali della PLMA per il 2020

AMSTERDAM - Settembre 2020 - PLMA ha annunciato i vincitori del Salute to Excellence Wine Awards di quest’anno: quelli premiati per le selezioni di vini a marchio del distributore sono distributori provenienti da Germania, Paesi Bassi, Francia, Italia e Spagna. Il programma di premiazione annuale si è incentrato sui vini di fine estate per il 2020; tra i migliori che hanno vinto si contano i vini analcolici e a bassa gradazione alcolica e quelli biologici.

Nel complesso, sono stati assegnati 36 premi per la migliore qualità o miglior convenienza in quattro categorie generali a tema estivo: rossi BBQ e Picnic, bianchi BBQ e Picnic, vini frizzanti e vini estivi speciali. Tra i vincitori c’è anche Eroski, che ha vinto per la migliore qualità dei Vini a bassa gradazione con il suo Pazo De Xigard Ribeiro D.O.; Aldi che ha vinto per la migliore qualità dei Vini biologici con il suo Sparkling Moscato Rosé “Belletti dell’Italia”; e Albert Heijn che ha vinto per la migliore qualità di vino analcolico con il suo Viverty Alcohol Free Rosé.

“Mi congratulo con i distributori vincitori”, ha dichiarato Peggy Davies, presidente della PLMA, “e con tutte le altre aziende che hanno partecipato al programma di premiazione. Questi premi dimostrano che i marchi del distributore sono i protagonisti del settore al dettaglio e offrono i prodotti eccellenti che i consumatori vogliono.

Continuando a mostrare la loro esperienza, i distributori tedeschi hanno portato a casa il maggior numero di premi (12 in totale), tra cui premi per La Sastreria Cariñena D.O. di Metro. Garnacha Roble 2019 per Iberico Reds; e il Cimarosa New Zealand Sauvignon Blanc Marlborough 2019 di Lidl per il Sauvignon Blanc. I Paesi Bassi si sono aggiudicati nove premi e gli Stati Uniti sono arrivati al terzo posto con sei premi.

La competizione è stata teatro di molte tendenze, tra cui quella di un rosato più in stile provenzale. Mentre in passato sembrava prevalere il rosato di colore più scuro, i consumatori sembrano ora passare ai rosati di tonalità più chiara. A conferma, il francese Intermarché ha vinto per il Rosato di miglior qualità con il suo Expert Club Syrah Grenache Pays D’Oc IGP H.V.E. e il Casalina di Siziano Nero D’Avola Rosato Sicilia D.O.C di Metro aveva vinto per miglior convenienza nella stessa categoria nel 2019.

Ancora una volta, i Salute to Excellence Wine Awards di quest’anno hanno dimostrato l’impegno dei distributori a continuare a migliorare la propria offerta di vini a marchio del distributore, continuando ad affrontare nuove sfide in termini di qualità e innovazione.

“In qualità di professionisti del vino, sappiamo quanto sia importante il marchio del distributore in questo settore, dal momento che molti consumatori acquistano vini nei supermercati e si fidano dei loro marchi” ha dichiarato il giudice Cees van Casteren Masters of Wine, “Penso quindi che, in generale, ogni anno i supermercati diano maggiore enfasi alle rispettive selezioni a marchio distributore. Quindi la qualità aumenta ogni anno.”

Sono stati presi in considerazione e valutati oltre 160 vini presentati da 26 distributori di nove Paesi. I vini sono stati giudicati in base a varietale, stile e denominazione per migliore qualità e miglior convenienza in 18 categorie, che rientrano nelle quattro categorie generali a tema estivo. La giuria specializzata in vini era composta da cinque giudici, tra cui Masters of Wine, sommelier, scrittori sul vino e professionisti della distribuzione.

I premi "International Salute to Excellence Awards" della PLMA sono stati istituiti nel 2014. Per scoprire tutti i vincitori dei “Salute to Excellence Awards” è possibile visitare il sito www.plmasalute.com.

Per ulteriori informazioni sui premi International Salute to Excellence Awards 2020 di PLMA o per organizzare un’intervista con Peggy Davies, Presidente di PLMA, contattare Leonique White, Trade Relations, PLMA International Council, al numero telefonico: +31 20 5753032 o via e-mail all’indirizzo press@plma.nl.

La fiera internazionale “Il Mondo del Marchio del Distributore” del 2020 è stata annullata a causa del Covid-19, riferisce PLMA. Presto verrà annunciata una nuova fiera virtuale.

AMSTERDAM - 1 settembre 2020 - In seguito ai recenti sviluppi sul fronte Covid-19 e ai provvedimenti governativi che influiscono sui Paesi Bassi e sugli altri stati europei, PLMA ha ritenuto opportuno annullare la fiera “Il Mondo del Marchio del Distributore” del 2020, precedentemente riprogrammata a causa della pandemia, che si sarebbe dovuta tenere ad Amsterdam dal 2 al 3 dicembre.

“Il Mondo del Marchio del Distributore” di PLMA è l’evento commerciale più grande al mondo dedicato esclusivamente al marchio del distributore, con oltre 2800 aziende espositrici da oltre 70 paesi e un’affluenza di più di 15000 professionisti del settore provenienti da 120 paesi.

Per garantire un’alternativa alla fiera in presenza ad Amsterdam, PLMA comunica che a breve verrà annunciata la creazione di una nuova fiera commerciale online e di un evento sociale video B2B. Secondo PLMA, la mostra telematica garantirà opportunità commerciali uniche agli espositori, i quali potranno ampliare la propria rete di contatti e di conoscenze con gli acquirenti in diverse giornate di fiera dedicate a specifiche categorie di prodotti.

Il presidente della PLMA Peggy Davies dichiara: “Negli ultimi 35 anni la fiera ‘Il Mondo del Marchio del Distributore’ è cresciuta così tanto da diventare l’evento leader del settore. Comprendiamo la delusione che i nostri membri e altri partecipanti possano aver provato nel ricevere la notizia che l’attuale pandemia da coronavirus ha rovinato i nostri piani di organizzare ad Amsterdam una fiera internazionale in presenza. Di conseguenza, ci impegniamo ad andare avanti con un evento virtuale che fornirà al marchio del distributore mondiale importanti soluzioni di vendita e di marketing, ora che queste sono più necessarie che mai.”

La PLMA nomina Peggy Davies presidente ad interim

NEW YORK - Giugno 2020 - Il consiglio di amministrazione della Private Label Manufacturers Association ha il piacere di annunciare che Peggy Davies è stata nominata presidente ad interim dell’associazione. La sua nomina segue la scomparsa dell’ex presidente, Brian Sharoff, venuto a mancare il mese scorso dopo una breve malattia. Dal 2016 Davies ricopriva la carica di vicepresidente della PLMA, nell’ambito Relazioni con l’Associazione.

“Per quarant’anni Brian è stato il volto della PLMA”, ha dichiarato Lisa Manzoline, responsabile delle vendite presso Reynolds Consumer Products e presidente del consiglio di amministrazione della PLMA. “Ora spetta a noi il compito di concentrarci sul futuro. In qualità di membri del consiglio di amministrazione, comprendiamo che questi sono tempi difficili e impegnativi per molti motivi. Siamo assolutamente certi che Peggy Davies dimostrerà di essere un leader abile e dinamico alla guida della PLMA in questo momento cruciale, grazie alla sua profonda conoscenza dei nostri soci e delle sfide particolari che ci attendono per i restanti mesi del 2020 e per il 2021. Peggy possiede l’esperienza e le qualifiche necessarie, ed è pronta a portare avanti da subito l’importante lavoro dell’associazione, mentre il comitato esecutivo condurrà una ricerca per individuare un successore permanente.”

A proposito della sua nomina, Davies ha dichiarato: “Sono onorata e profondamente grata al comitato esecutivo e al consiglio di amministrazione della PLMA per la fiducia che mi hanno accordato assegnandomi questa enorme responsabilità. Nel gestire la perdita di Brian, riteniamo che il modo migliore per onorare il suo lungo operato sia portare avanti la sua visione, al cui sviluppo abbiamo collaborato negli ultimi quattro anni. Ho imparato molto negli oltre 25 anni di stretto legame professionale con Brian e sono entusiasta di proseguire, insieme al nostro staff eccellente e fortemente coinvolto, i programmi straordinari che abbiamo messo a punto.”

Davies ha assunto la carica di vicepresidente della PLMA nel 2016. All’inizio degli anni 1990 era stata eletta membro del consiglio di amministrazione; nel corso di due mandati ha fatto parte dei comitati di programmazione, relazioni commerciali e comunicazioni, anche in veste di presidente. Ha ricoperto la carica di presidente del consiglio dal 2003 al 2004 impegnandosi su numerosi fronti, quale ad esempio l’ampliamento dell’offerta formativa della PLMA per dirigenti del settore.

Oltre all’esperienza maturata all’interno della PLMA, per trent’anni Davies ha svolto incarichi dirigenziali nel settore del marchio del distributore. Presso Daymon Associates, dal 1985 al 1989 ha contribuito alla creazione del programma del marchio del distributore per i supermercati Wegmans di Rochester, New York, Stati Uniti. Successivamente si è inserita nelle attività produttive in qualità di vicepresidente del settore vendite del marchio del distributore per Comstock Michigan Fruit-Agrilink-Birds Eye. Dal 1999 al 2015 ha svolto il ruolo di direttore generale dei servizi alimentari, settore ingredienti, presso McCain Foods USA, con sede a Chicago.

Nel 2012 Davies ha fondato Women Impacting Storebrand Excellence (WISE), un’organizzazione senza fini di lucro dedita allo sviluppo professionale, volta a promuovere la diversità e l’inclusione nel settore dei marchi del distributore.

Scompare all'età di 77 anni Brian Sharoff, Presidente della PLMA

NEW YORK – 25 Maggio 2020 - Brian Sharoff, Presidente della Private Label Manufacturers Association, una delle organizzazioni commerciali più importanti del settore, è scomparso sabato 23 maggio dopo una breve malattia, secondo una dichiarazione rilasciata da Tim Simmons, vicepresidente delle comunicazioni della PLMA.

Brian era stato nominato Presidente della PLMA nel 1981, poco dopo la fondazione dell'associazione. Durante la sua permanenza in carica, l'associazione con sede centrale a New York, si è ampliata con l'apertura di uffici internazionali ad Amsterdam, Paesi Bassi, e di un ufficio di rappresentanza a Shanghai, Cina. Anche il numero di soci è aumentato in modo esponenziale, passando da duecento aziende negli Stati Uniti a oltre 4.500 tra produttori, fornitori e intermediari in tutto il mondo.

“Questo è un giorno triste per tutta la famiglia PLMA”, ha dichiarato Lisa Manzoline, direttrice delle vendite presso Reynolds Consumer Products e presidente del consiglio di amministrazione della PLMA. “Grazie al grande impegno e alla dedizione di Brian Sharoff, la Private Label Manufacturers Association si è sviluppata fino a diventare una risorsa vitale e indispensabile per fornitori e distributori di tutto il mondo. La leadership di Brian ci mancherà moltissimo.”

La fiera internazionale annuale “Il Mondo del Marchio del Distributore” della PLMA, che si svolge ogni anno nel mese di maggio presso il Centro Esposizioni RAI di Amsterdam, accoglie ormai più di 4.500 stand e rappresenta i produttori di circa 75 paesi. La fiera attira acquirenti del marchio del distributore provenienti da Europa, Asia, Africa e Medio Oriente. La fiera che si tiene ogni anno nel mese di novembre presso il Rosemont Convention Center di Chicago è l'evento del settore che attira il maggior numero di acquirenti del marchio del distributore negli Stati Uniti. È qui che i principali dirigenti di supermercati, ipermercati, catene di drugstore e altri distributori si concentrano per trovare fornitori e nuovi prodotti.

Oltre a organizzare queste fiere commerciali, la PLMA offre conferenze e programmi formativi durante tutto l'anno; pubblicando inoltre ricerche e studi esclusivi. Negli ultimi anni l'associazione ha prodotto numerosi programmi video originali, volti a fornire notizie e informazioni sia agli addetti del settore che ai consumatori.

Brian Sharoff lascia la moglie Judith, la figlia Alexandra, il figlio Peter, cinque nipoti e la sorella Shirley Sharoff.